Curiosità

… tra  scienza e tecnologia…

2016

 

 

 

Gennaio 2016

…Il «Pianeta Nove»

plantet-nine-258

Ai confini del Sistema solare, avvolto nell’oscurità e troppo lontano per riflettere la luce del Sole, potrebbe nascondersi il Pianeta Nove. Un pianeta gigante e almeno dieci volte più grande della Terra.

……………………………………………

Gennaio 2016

… Cinque pianeti in fila

pianeti

dalla fine di  gennaio fino al 20 febbraio circa, il cielo del mattino sarà teatro di uno spettacolare e raro allineamento. Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno si mostreranno tutti su un’ipotetica linea che da sudest sale verso sudovest (per gli osservatori dell’emisfero nord).

…………………………………………………………….

data

Dicembre 2015

…Notte di Santa Lucia, pioggia di stelle cadenti!

stelle

Una fitta pioggia di stelle cadenti illuminerà la magica notte di Santa Lucia, erroneamente considerata la notte più lunga dell’anno. A rischiarare il cielo saranno le Geminidi, le meteore d’inverno ‘figlie’ della cometa estinta 3200 Fetonte. Comparabili per quantità e brillantezza alle Lacrime di San Lorenzo di agosto, le Geminidi hanno iniziato a solcare il cielo lo scorso 10 dicembre e raggiungeranno il picco nel cuore della notte tra il 13 e il 14 dicembre, quando si potranno contare fino a 100 meteore all’ora.

……………………………………………………………..

Settembre 2015

…Eclissi totale di Luna!

luna

Appuntamento a  Settembre 2015 con uno straordinario spettacolo nei cieli italiani: ci sarà un’ eclissi totale di Luna, che finalmente sarà ben visibile anche da tutta Italia.

…………………………………………….

Agosto 2015

… Un meraviglioso arcobaleno doppio!

arcobaleno

Si formano quando i raggi del Sole attraversano la miriade di goccioline d’acqua sospese nell’aria dopo un temporale (o vicino a una cascata) e appaiono come uno spettro di luce quasi continua, con le tradizionali “sette bande” colorate. La foto è stata scattata da me nel beneventano.

………………………………………………………………………….

… Scoperto il fratello minore di Giove

giove

Scoperto il fratello minore di Giove. Si chiama 51 Eridani b e somiglia al nostro gigante gassoso, così come appariva miliardi di anni fa, quando si era appena formato. E’ il primo pianeta esterno al Sistema Solare scoperto dal nuovo potentissimo ‘cacciatore di pianeti’ che si trova in Cile, il telescopio Gemini Planet Imager, entrato in funzione da pochi mesi.

……………………………………………………………….

Luglio 2015

… Scoperto il gemello della Terra!

gemello

L’esopianeta in questione Kepler 452-b è più grande della Terra del 60% e orbita intorno alla sua stella a una distanza paragonabile a quella che separa la Terra dal Sole. La stella, che si trova a 430 parsecs dalla Terra, nella costellazione del Cigno, è  leggermente più brillante del Sole (il 10%; e solo il 4% più massiccia), il che fa del nuovo esopianeta un miglior candidato a “gemello” della Terra rispetto agli ultimi individuati, che orbitano intorno a stelle meno brillanti.

……………………………………………………………..

Luglio 2015

…La Nasa cattura una foto epica della Terra!

terra

 

La Terra dall’orbita L1, a un milione e mezzo di km dalla Terra

…………………………………………………………………

Luglio 2015 

… In volo sulle montagne di Plutone ( da Focus)

……………………………………………………………………….

Luglio 2015

… Marie Curie, i suoi manoscritti ancora radioattivi!

manoscritti

A oltre 80 anni dalla morte della scienziata Premio Nobel, i suoi appunti sono conservati in scatole piombate. E i suoi libri di cucina, si sfogliano indossando una tuta protettiva.

…………………………………………………………………..

Giugno 2015

…Giove e Venere, “il bacio” nel cielo al tramonto!

Giove e Venere protagonisti di uno spettacolare “incontro”. Queste sere, il cielo al tramonto sta mostrando un fenomeno particolarmente suggestivo, con il lento avvicinamento dei due pianeti che appaiono come due stelle quasi attaccate fra loro. In particolare, la sera del 30 giugno (tra il tramonto e le 22.30 circa) i due pianeti si troveranno alla loro minima distanza, separati da appena un terzo di grado.

Marzo 2015 

… Eclissi, il sole nero incanta l’Italia

IMG_20150320_104326 IMG_20150320_104456

L’eclissi di Sole ha mantenuto la promessa. Il cielo ha dato spettacolo, anche se in Italia il fenomeno è stato solo parziale, e con l’eclissi sono arrivati l’equinozio di primavera e la Superluna. Una combinazione unica, questa del 20 marzo 2015, che ha entusiasmato astronomi, appassionati del cielo e curiosi di tutte le età. L’ombra della Luna ha iniziato a coprire il disco del Sole alle 9,30 e l’eclissi ha raggiunto il culmine intorno alle 10,30.

……………………………………………………………………….

… Scoperte sorgenti idrotermali su Encelado

encelado

L’analisi dei dati forniti da Cassini rivela che nell’oceano della piccola Luna di Saturno ci sono le condizioni per lo sviluppo della vita

……………………………………………..

Febbraio 2015

allineamento

Stasera allineamento Luna, Venere e Marte. Peccato che da casa era visibile solo Luna- Venere . Sempre uno spettacolo meraviglioso…
Nella foto che ho scattato con un semplice cellulare si vede appena… Peccato!

…………………………………………..

…..Verso un buco nero.

galassia

Una colossale indigestione cosmica si sta consumando a 25 milioni di anni luce da noi, all’interno di una galassia a spirale poco più grande della Via Lattea. M106, la spettacolare protagonista di questa foto, ospita, al suo centro, un buco nero con 30 milioni di volte la massa del Sole, che ingloba voracemente materiale stellare, lasciando dietro di sé due scie rosse anomale, che sembrano andare in direzione opposta rispetto ai bracci della galassia stessa.

………………………………………………………………………………….

… Terra, c’è un secondo nucleo molto piccolo nel cuore del nostro pianeta

9ee74-struttura-terra

Pubblicata sulla rivista Nature Geoscience, la scoperta si deve al gruppo dell’Università dell’Illinois guidato da Xiaodong Song, con la collaborazione dell’università cinese di Nanchino. A rivelare questo ritratto inedito del cuore del pianeta ”non sono state le prime onde sismiche generate dai terremoti, più chiare, ma quelle registrate nella coda dei terremoti, che compiono tragitti più complessi”

……………………………………………….

…Arrivano gli smartwatch ,  computer da polso

pc polso

……………………………

… Reattori a fusione nucleare per creare energia alternativa

reattori
Un azienda americana intende sfruttare la fusione nucleare per creare energia alternativa. Secondo l’azienda, che lavora nel campo dell’ingegneria aerospaziale e della Difesa americana, tra 10 anni i reattori a fusione nucleare potrebbero ottenere energia sfruttando un combustibile miscela di deuterio e trizio, inquinando di meno e non producendo scorie radioattive.

………………………………………………….

… le super banane

super

Secondo uno studio  si possono creare super banane ricche di vitamina A per aiutare i bambini che rischiano la cecità.

………………………………………..

… Lo sbarco sulla cometa

Philae, missione compiuta. Lo sbarco sulla cometa può farci capire com'è nata la Terra

Alle ore 17.04 italiane il lander della missione Rosetta si è posato sul nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, dopo una discesa di circa sette ore. Un’impresa mai tentata prima, che ci fornirà una visione inedita della natura delle comete. Ma gli scienziati restano col fiato sospeso: Philae non è perfettamente ancorata e rischia il distacco.

Una discesa preparata nei minimi particolari . Si tratta di una prima assoluta nella storia e un risultato scientifico di primo piano. Le immagini e i dati raccolti da Philae saranno preziosissimi per capire la struttura e composizione del nucleo delle comete. E con un po’ di fortuna, il piccolo lander continuerà a operare fino alla prossima primavera, facendo una cronaca dettagliata dei cambiamenti della cometa man mano che si avvicina al Sole.

……………………………………

Giugno  2014

… Luna piena, venerdì 13: il fenomeno sarà di nuovo visibile solo tra 35 anni.

luna-piena-parto

Venerdì 13 giugno 2014 sarà una data memorabile non solo per i superstiziosi, ma soprattutto per chi ama alzare gli occhi al cielo: una luna piena comparirà sopra le nostre teste. Un evento rarissimo: per accadere devono coincidere tre variabili indipendenti, come la fase della luna, il giorno della settimana e il giorno del mese.

…………………………………..

… Il mistero della luce su Marte: le spiegazioni della NASA

luce su marte

L’immagine  mostra un paesaggio brullo, pietroso, con montagne sullo sfondo ed una piccola luce in lontananza. Se questa foto fosse stata scattata sulla Terra si potrebbe supporre che quella piccola luce provenga da una casa, o dai fari di un’automobile. Ma dal momento che questa immagine è stata catturata dal rover Curiosity su Marte, è lecito domandarsi da dove provenga quella piccola luce in lontananza.

Una delle possibili spiegazioni fornite dalla NASA è quella di un bagliore proveniente dalla superficie di una roccia che riflette la luce del Sole. Ma potrebbe anche trattarsi di un raggio cosmico che ha colpito il rilevatore di luce del rover. Se l’ipotesi della roccia si rivelasse corretta, questa dovrebbe trovarsi a circa 160 metri dalla posizione di Curiosity del 3 aprile. Curiosamente, anche nelle immagini catturate un giorno prima da una posizione simile, il puntino giallo appare nelle foto ottenute tramite l’occhio destro della fotocamera, ma non in quelle dell’occhio sinistro.

……………………………………………….

… mondo mancino: tutti i vantaggi della sinistra

Se un destro non ha mai provato a scrivere, a utilizzare una forbice o un apriscatole o anche solo ad aprire una porta con la mano sinistra non può capire: la vita dei mancini, costretti a vivere in un mondo progettato per i destrimani, è piuttosto complessa, almeno dal punto di vista pratico.Eppure la scienza ha ormai ampiamente confermato che essere mancini, neurologicamente parlando, ha numerosi vantaggi; una maggior creatività, un pensiero più veloce e una miglior predisposizione a risolvere i problemi.

……………………………………………….

Aprile 2014 

… nuovi indizi sull’esistenza del pianeta X ( da Focus)

I corpi planetari di maggiori dimensioni appartenenti alla Fascia di Kuiper. (NASA)

La scoperta di un nuovo oggetto transnettuniano. Questo nuovo corpo planetario, denominato provvisoriamente con la sigla 2012 VP113, orbita attorno al Sole ben al di là dell’orbita di Nettuno.

Scoperto due anni fa, solo dopo accurate misure oggi si può ritenere che abbia un diametro di almeno 450 km (un pò più piccolo di Vesta). La sua orbita è molto ellittica e si snoda nella Fascia di Kuiper tra 80 e 452 Unità Astronomiche (UA).

Ma la notizia più interessante è che questo piccolo pianeta sembrerebbe indicare la presenza di un nuovo enorme corpo con una massa fino a 10 volte quella della Terra in orbita attorno al Sole nella periferia del nostro sistema planetario. Questo ipotetico nuovo pianeta potrebbe spiegare le caratteristiche orbitali di 2012 VP113 e degli oggetti più distanti finora conosciuti.

…………………………………………………………………………………….

Marzo 2014

… Scontri tra comete attorno a Beta Pictoris

( da Focus)

Beta Pictoris è una stella che si trova a 63 anni luce da noi, facilmente visibile a occhio nudo nel cielo australe, e viene considerata l’archetipo dei giovani sistemi planetari. Si sa che ospita un pianeta in orbita a circa 1,2 miliardi di km di distanza dalla stella ed è stata una delle prime stelle intorno a cui sia stato trovato un vasto disco di detriti polverosi.

…………………………………………………………………………………….

… Stanotte l’asteroide 2014 DX110 sfiorerà la Terra

orbita.630x360

Stanotte 5 marzo 2014 occhi puntati verso il cielo. La Terra verrà sfiorata dall’asteroide 2014 DX110. Secondo gli esperti, comunque, non vi sarà nessun pericolo per il nostro pianeta: anche se la sua traiettoria dovesse avvicinarlo a noi, l’atmosfera lo disintegrerebbe, spezzandolo in bolidi infuocati di piccole dimensioni.

… TERMES, il robot termite

 

Realizzata dai ricercatori di Harvard una squadra di robot costruttori capaci di lavorare insieme ma senza comunicare tra loro.

TERMES è una squadra di piccoli robot operai capaci di lavorare insieme senza bisogno di una struttura centrale che li controlli. Realizzati all’insegna della semplicità, queste macchine sono infatti in grado di svolgere poche, elementari funzioni con un alto grado di affidabilità. Ogni robottino è dotato di 10 sensori che rilevano senza interruzioni la sua posizione nello spazio in relazione ai blocchi utilizzati come elementi costruttivi.

…………………………………………………………………………………….

… stampante 3D. La nuova frontiera!

Che cosa si può fare con una stampante 3D? In linea teorica tutto: dal busto di Steve Jobs a una casa. Si ha un’idea, la si progetta, la si “programma” (ogni stampante ha il suo codice di programmazione) e poi la si manda in stampa. La stampante, strato su strato, emette uno speciale “inchiostro” che si solidifica e crea l’oggetto tridimensionale progettato. Nei prossimi anni infatti, non solo potremo facilmente ed economicamente stampare a casa piccoli oggetti, ma questa tecnologia verrà utilizzata anche per altre suggestive applicazioni. Indumenti, medicine, addirittura il cibo potrà essere “stampato” e consumato. E se credete che sia fantascienza sappiate che queste frontiere sono già state sperimentate con successo in diversi laboratori.

…………………………………………………………………………………….

Agosto 2013

… dove un anno dura otto ore

In appena otto ore e mezzo, Kepler 78b porta a termine la propria orbita attorno alla Stella madre: l’esopianeta sul quale un anno solare dura sostanzialmente come una buona nottata di riposo, presenta delle dimensioni più o meno simili a quelle terrestri. Ma le analogie finiscono qui dal momento che questo oggetto celeste che si trova a circa 700 anni luce dalla nostra Terra ha una superficie decisamente poco ospitale, dove un oceano di lava mantiene la temperatura ad una media di circa 3000 gradi Kelvin, pari a 2726 gradi Celsius.

Aprile 2013

… l’invisibile esiste.

Il  3 aprile 2013, gli scienziati della Nasa hanno riferito che una traccia di materia oscura potrebbe essere stata rilevata dalla Alpha Magnetic Spectrometer sulla Stazione Spaziale Internazionale. I primi risultati della “Space-borne Alpha Magnetic Spectrometer” evidenziano un eccesso di positroni ad alta energia nei raggi cosmici, per il quale una delle spiegazioni possibili è la presenza di materia oscura. E’ la grande caccia di questi decenni. Dalle profondità dei laboratori sotterranei alla stazione orbitante al grande acceleratore di particelle LHC del CERN di Ginevra, sono migliaia gli scienziati all’opera. Ora l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare propone questa animazione per spiegare in pochi minuti che cosa sappiamo della materia oscura.

……………………………………………………………………….

…  Titano una fucina dei mattoni della vita

L’agenzia spaziale afferma che complessi chimici organici potrebbero essere presenti su Titano, una luna di Saturno, sulla base di studi che simulano la sua atmosfera. I ricercatori hanno esaminato una forma di ghiaccio  che si trova su satellite  ed hanno condotto degli esperimenti in laboratorio esponendo questa molecola alla luce laser in modo da simulare la luce che può’ filtrare nella fitta nebbia di idrocarburi presente su Titano. Come risultato si è formata una sostanza organica  che esposta ad acqua liquida può generare i mattoni della vita: gli amminoacidi.

Marzo 2013

…  la cometa di Pasqua.

 

 

 

 

 

Le serate migliori per vedere la cometa Pan- STARRS sono proprio queste: da stasera 10/03  al 13/14 notte. Anche se l’osservazione è resa molto difficile dal fatto che la cometa tramonta molto presto, quindi appare bassissima sull’orizzonte.

…………………………………………………………..

Febbraio 2013

… Piogge di fuoco.

la pioggia di meteoriti in russia

Secondo  quando ha reso noto la NASA, la grandezza stima dell’oggetto caduto in Russia nella regione di Chelyabinsk  prima del suo ingresso nell’atmosfera terrestre era di ben 17 metri di diametro, e il suo peso è passato da un’iniziale stima di 7000 a una nuova di 10.000 tonnellate. Quello che più colpisce, tuttavia, è la nuova stima riguardo la potenza dell’evento. L’esplosione avvenuta nella bassa atmosfera, filmata tra l’altro da alcuni cittadini russi con le proprie videocamere, è stata stimata essere di circa 500 chilotoni. Ben 30 volte la potenza della bomba atomica che ha distrutto la città di Hiroshima nel 1945. “Queste nuove stime sono state ottenute grazie ai nuovi dati raccolti da cinque stazioni a infrasuoni dislocate intorno al mondo: la prima registrazione dell’evento è stata in Alaska, oltre 6500 chilometri da Chelyabinsk”, spiega la NASA.

… Spettacolo surreale.

 

 

 

 

 

 

Centinaia di enormi palle di ghiaccio spiaggiate negli Stati Uniti, sulle rive del Lago Michigan, nella zona Sleeping Bear Dunes. Questo curioso fenomeno è stato notato da una ragazza americana, che si trovava a passeggio con il suo cane ed è rimasta senza parole di fronte a qualcosa di mai visto. I video girati dalla ragazza hanno subito fatto il giro del web.

Gli esperti hanno chiarito che non si tratta di un fenomeno fantascientifico: i pezzi di ghiaccio cominciano a stazionare in acqua e successivamente il continuo attrito esercitato dal moto ondoso le leviga facendo assumere ai pezzi di ghiaccio una forma sferica quasi perfetta. Una volta giunte a riva, ci hanno pensato i forti venti a levigarle ulteriormente.

…………………………………………………………………………………….

 

 

 

Ottobre 2012

… su Marte scorrevano torrenti d’acqua?

Durante la sua esplorazione sul Monte Sharp, il rover della NASA si è ritrovato nel bel mezzo di quello che sembra essere un antico letto di un torrente, o comunque di un buon corso d’acqua, ovviamente asciutto oggi, ma dove l’acqua probabilmente ha fluito per centinaia di milioni di anni.

 

 

 

 

 

 

Un tempo era un corso d’acqua (foto scattata dal rovere della NASA)

… scoperto un pianeta illuminato da quattro soli.

 

 

 

 

 

 

 

A 5.000 anni luce dalla Terra esiste un pianeta illuminato da quattro soli.  E’ una scoperta che sa di fantascienza e che descrive per la prima volta un pianeta che orbita attorno a due soli e che, al suo esterno ha altri due soli. E’ una sorta di valzer, nel quale i due soli all’interno dell’orbita descritta dal pianeta ruotano l’uno attorno all’altro, così come fanno i due soli all’esterno.
Il pianeta è stato chiamato PH1, che sta per PlanetHunter 1, dal nome del programma nel quale astronomi dilettanti utilizzano i dati di risulta del telescopio Kepler, della Nasa, specializzato nel dare la caccia ai pianeti esterni al Sistema Solare. E’ stato così che, analizzando materiale non considerato di primo piano, gli astronomi dilettanti americani Kian Jek e RobertGagliano hanno individuato il pianeta, il primo scoperto dal programma PlanetHunter. La scoperta è stata successivamente confermata da un gruppo internazionale di astronomi coordinato dall’università statunitense di Yale e presentata a Reno, nel congresso della Società Astronomica Americana.

Ottobre 2012

… Red Bull Stratos

 

 

 

 

 

 

Felix Baumgartner ce l’ha fatta , ed entra nella storia come il primo uomo ad aver superato il muro del suono in caduta libera. Dopo un’ascensione di 2 ore e 37 minuti a bordo della speciale capsula che lo ha portato a 39.045 metri (2500 metri in più alto di quanto originariamente previsto), l’austriaco ha aperto il portellone e si è buttato dalla stratosfera.

 

Luglio 2012

… Hubble svela P5, la “nuova” mini luna di Plutone

 

 

 

 

 

 

Studiando i dati forniti dal telescopio spaziale Hubble, un gruppo di ricercatori ha annunciato la scoperta  di una nuova luna in orbita intorno a Plutone, il pianeta nano che si trova nella zona periferica del nostro sistema solare. Le lune fino a ora note e osservate di Plutone erano quattro. Il nuovo corpo celeste, scoperto da un team guidato da Mark Showalter del SETI Institute di Mountain View (California), ha forma irregolare e ha un diametro tra i 9,7 e i 24 chilometri. Compie un’orbita circolare intorno a Plutone con un diametro di 93mila chilometri. La scoperta sarà utile per capire meglio come si è formato e si è evoluto il pianeta nano, ma non solo.

Luglio 2012

… La particella di DIO

 

 

 

 

 

 

La scoperta dell’anno è quella relativa al bosone di Higgs, la cosiddetta particella di Dio che costituisce la chiave per spiegare come le altre particelle ottengono la massa.

Febbraio 2012

… Un mondo sommerso tutto da scoprire

 

 

 

 

 

 

Gli scienziati russi ritengono di aver scoperto una nuova forma di vita all’interno di lago ubicato circa 4 km al di sotto della calotta antartica. Un luogo rimasto inesplorato per milioni di anni. Il lago in questione, oltre ad essere quello a maggiore profondità, è il più grande del Continente: la sua superficie ammonta a circa 15690 km2. I ricercatori sono convinti che la scoperta aiuterà a risolvere alcuni enigmi su eventuali forme di vita in altri pianeti. Un esempio su tutti Marte, dove a dispetto delle condizioni climatiche estreme (come nel caso del lago antartico) potrebbero essere presenti delle forme di vita.

…………………………………………………………………………………….

 

 

 

 

 

 

 

 

2011 lo Shuttle dopo 30 anni di attività va in pensione!

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra il 22 e il 23 settembre 2011 tutto il mondo è con il naso all’insù per cercare di capire dove cadrà  il satellite artificiale UARS

 

 

 

 

 

 

 

 

I neutrini più veloci della luce…I ricercatori  avrebbero infatti scoperto che alcune particelle elementari, i neutrini, possono muoversi a una velocità maggiore rispetto a quella della luce, un limite invalicabile secondo la teoria della Relavità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il pianeta si sta riscaldando …. farà sempre più caldo?

 

 

 

 

 

 

 

 

Un ornitischio (dinosauro dotato di becco e dal “bacino da uccello”) è stato trovato su una catena montuosa antartica. Una scoperta eccezionale che sottolinea quanto fosse amplia la distribuzione geografica di questo affascinante gruppo di rettili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La galassia sturbust GN-108036 è la più lontana che sia mai stata osservata: si
stima che la sua radiazione sia stata emessa appena 750 milioni dopo il Big
Bang. Ha una luminosità enorme per una galassia di tali dimensioni e al suo
interno nascono circa cento stelle all’anno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Impossibile. È la parola che meglio definisce la stellaSDSS
J102915+1729227
, l’astro che non dovrebbe esistere ma che uno studio, in
gran parte a firma italiana, ha individuato nella costellazione del Leone.
A rendere unica questa piccola e debole stella, vecchia di circa 13 miliardi di anni, è la sua composizione, che sfida le leggi astronomiche: praticamente tre quarti idrogeno
e un quarto elio, con appena lo 0,00007 per cento di elementi pesanti
(metalli), la minore quantità di tutte le stelle studiate finora.